Come funzionano le spedizioni a temperatura controllata

Alcuni tipi di trasporti richiedono degli accorgimenti particolari. Come, ad esempio, per gli alimenti che hanno bisogno di sfruttare i vantaggi della spedizione a temperatura controllata. Soprattutto per quanto riguarda i prodotti refrigerati poichè devono sempre rimanere, nel corso del trasporto, nella cosiddetta catena del freddo. Questo significa che laddove si abbia la necessità di trasportare questi prodotti, è necessario farlo per mezzo di camion appositi che siano dotati di celle frigorifere idonee e che mantengano appunto la catena del freddo inalterata. Il rischio, altrimenti, è quello di un degrado delle caratteristiche organolettiche del prodotto e ci sono anche rischi per la salute del consumatore.

Il trasporto a temperatura controllata deve sempre rispettare determinati standard della temperatura che non devono subire sbalzi o interruzioni neppure per pochi istanti, altrimenti la catena del freddo potrebbe essere interrotta con gravi conseguenze sulla qualità del prodotto e per la salute dei consumatori.

I trasporti dei cibi refrigerati deve essere effettuato quindi in particolari condizioni di garanzia e di sicurezza igienica; i trasporti in questione vengono regolamentati dalla normativa ATP (che significa Accord Transport Perissable) che stabilisce quali sono i criteri necessari a livello internazionale, e quindi anche fuori dall’Italia, per trasportare gli alimenti refrigerati.

Per le spedizioni a temperatura controllata si possono utilizzare quattro tipologie di trasporto: i mezzi isotermici, frigoriferi, refrigerati e caloriferi. Si tratta evidentemente di camion particolari che sono dotati di celle che mantengono una certa temperatura, progettati per evitare sbalzi e per proteggere gli alimenti. La capacità di isolamento termico è assolutamente fondamentale per mantenere nel corso del viaggio, breve o lungo che sia – in Italia o anche all’estero – la catena del freddo e quindi una temperatura costante.

Ogni azienda che si occupa di trasporto di alimenti refrigerati (via mare o via aerea) e di altri prodotti deperibili, come ad esempio i farmaci, è dotata di mezzi con certificato ATP che garantisce che si tratta di prodotti idonei al trasporto di questi prodotti particolari.

Ovviamente i mezzi di trasporto per alimenti refrigerati sono dotati di sistema di controllo della temperatura e sono sottoposti ad una revisione periodica, ogni due anni, per verificarne il corretto funzionamento. Tutto questo per garantire un trasporto sicuro, eccellente sia via terra che via mare.

Ma non solo alimenti per quel che riguarda le spedizioni a temperatura controllata. Questo genere di spedizioni riguardano anche i farmaci, specie quelli destinati alle strutture ospedaliere ed i farmaci destinati ad uso speciale. Si tratta, dunque, di un servizio molto importante che deve essere fatto nel pieno rispetto delle stringenti norme esistenti per far si che tutto vada nel verso giusto. Ed è anche per questo motivo che i controlli da parte delle autorità preposte sono molto serrati in tutta Italia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*