Differenze tra meteoriti, comete e asteroidi

Era il 15 febbraio del 2013, quando il cielo della Russia meridionale è stato attraversato da un potente bolide venuto dallo spazio. L’evento meteorico di Celjabinsk è sicuramente il più importante degli ultimi anni e ha confermato la pericolosità del bombardamento meteorico cui la Terra è esposta. Il presidente Putin aveva subito espresso le sue preoccupazioni circa l’inadeguatezza dei sistemi d’allarme. L’incidente provocato da un masso di 10mila tonnellate, del diametro di 15 metri, ha provocato oltre 1000 feriti e danni a strutture e cose in un raggio di oltre 200 chilometri. È esploso nelle parti alte dell’atmosfera, oltre i 30 km, viaggiando a una velocità pazzesca di 54.000 km /h al momento dell’impatto.

Nei minuti immediatamente l’arrivo della notizia, c’è stata una grande confusione sulla natura dell’oggetto spaziale. I siti di informazione hanno erroneamente parlato di cometa, di asteroide, di meteorite. Ma quali sono dunque le principali differenze tra questi corpi celesti erranti, in grado di colpire la terra portando distruzione?

Asteroidi e comete orbitano intorno al Sole e sono oggetti interni al nostro sistema solare. Anzi, sono i residui della formazione. Entrambi, in modo discontinuo e irregolare, di varie forme e grandezze, hanno colpito e presumibilmente colpiranno il pianeta. Le comete sono composte per la maggior parte di ghiaccio e hanno dimensioni molto più piccole degli asteroidi, in media intorno ai 40 chilometri di diametro. Si formano all’esterno del Sistema Solare, in zone estremamente fredde e lontane, nella cosiddetta nube di Ort.

La fascia di Kuiper è la zona trans-plutoniana verso la quale si sta dirigendo la sonda New Horizons, che ci ha mostrato le spettacolari immagini del celebre pianetino. Gli asteroidi sono molto grandi, in dimensioni raggiungono anche 1000 chilometri di diametro e spesso provengono da queste zone fredde. Tuttavia la maggior parte, di dimensioni comunque più ridotte, arriva dalla cosiddetta Fascia degli Asteroidi, situata tra Marte e Giove. Mentre si contano 4000 comete conosciute, sono milioni gli asteroidi presenti nel Sistema Solare. A differenza delle comete essi sono piuttosto stabili sfiorano la terra, ma quando si parla di sfiorare e di prossimità ragioniamo nell’ordine delle migliaia e migliaia di chilometri. Raramente si avvicinano a una distanza inferiore i quella tra il nostro pianeta e la Luna. Il motivo per cui la “scampiamo” nella maggior parte dei casi si deve a Giove, che esercita una forte attrazione su questi corpi celesti, a volte tuttavia essi rimbalzano ed entrano in un’orbita interna, tra i pianeti rocciosi. Per definizione la Terra ripulisce la sua orbita, attirando a se migliaia di corpi ogni anno, che entrano nella nostra atmosfera senza provocare danni. Eventi come quelli di Celjabinsk accadono più raramente e sono molto potenti e potenzialmente devastanti.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.