Gli smartphone più costosi del mondo

Gli smartphone ormai fanno parte della nostra vita e non ne possiamo fare a meno, Da quando è uscito l’iPhone nel 2007 il mercato è letteralmente esploso, perché lo smartphone è diventato un oggetto desiderato anche per il suo aspetto oltre che per le funzioni. Una persona tende a cambiare il telefonino ogni 3-4 anni in media, colpa sia dell’obsolescenza che li fa durare meno a causa delle continue innovazioni, sia per la tendenza delle case produttrici a sfornare sempre nuovi modelli, per far apparire quelli precedenti come superati (anche se non lo sono). Uno smartphone di gamma alta, con ottime prestazioni e che consente di girare video e fare foto ad un’alta risoluzione in genere costano sopra i 500 euro. Ma certo non sarete sorpresi di scoprire che esistono smartphone incredibilmente più costosi che costano decine di migliaia di euro.

Ecco la classifica.

Vertu Signature Diamond da 75.000 euro

È un prodotto esclusivo prodotto dal famoso marchio di lusso del settore Vertu. Realizzato con scocca in platino assemblato a mano, decorato da diamanti in soli 200 pezzi.

iPhone Princess Plus da 152.000 euro

Progettato dal designer austriaco Peter Aloisson questo iPhone deve il suo prezzo particolare all’oro in diamanti, ben 180. Aggiungiamone 138 del taglio Princess, uno dei più pregiati quando è uscito, complice anche il clamore destato dalla nuova tecnologia touch screen.

Black Diamond VIPN Smartphone da 258.000 euro

Se avete soldi da buttare in uno smartphone veramente esclusivo allora puntate su questo prodotto della Sony Ericsson, dal design a S molto particolare, con vetro in policarbonato e tecnologia a LED. Dal momento che la Sony sa come fare i display ottenete una risoluzione notevole. Due diamanti al posto dei bottoni di navigazione contribuiscono a far lievitare il prezzo.

Vertu Signature Cobra da 260.000 euro

Pelle di cobra come orlo. Progettato dalla gioielleria Boucheron, questo telefono presenta un diamante bianco, due smeraldi e 439 rubini. Insomma, se vi piacciono le pietre preziose e volete usarle come telefono…

Gresso Luxor Las Vegas Jackpot da 1 milione di dollari

Il prezzo in dollari rende meglio: 180 grammi di oro. Quindi un lingotto che telefona. Ha i tasti, niente tecnologia touch, ma in compenso potete usarlo come garanzia per comprarvi una casa.

Diamond Crypto Smartphone da oltre 1 milione di euro

Non più in commercio con il vecchio sistema operativo Windows CE, progettato da Peter Aloisson. Un oggetto d’arte costosissimo adornato da 50 diamanti, di cui 10 molto rari. Aveva anche delle features tecnologiche niente male per il tempo.

Goldvish Le Million

Un pezzo unico da oltre 1 milione di euro, venduto realmente in Francia nel 2006. Tecnologia non-touch, oro bianco e diamanti VVS1 a 20 carati ovunque.

iPhone 3G King’s Button da 2 milioni di euro

Quando uscì il primo iPhone nel 2007 scatenò la fantasia di designer e case di moda. Dal solito Aloisson questo modello con 138 diamanti al suo interno e un diamante bianco al posto del tasto centrale della home. Non male.

Supreme iPhone 3G da 2,75 milioni di euro

Uscito anche questo sulla scia dell’enorme successo dell’iPhone 3G, presenta un corpo di 271 grammi di oro a 22 carati e uno schermo orlato di 53 diamanti da 1 carato ciascuno. Il bottone centrale della home è un raro diamante da 7,1 carati. Persino la confezione in granito oro del Kashmir era a suo modo costosa e particolare.

Diamond Rose iPhone 4 da 32 GB – costo 6,89 milioni di euro

L’iPhone 4 superò in effetti il successo del predecessore, con le sue linee più squadrate, fu un vero bestseller. Messo in commercio da Stuart Hughes al prezzo di 8 milioni di dollari con diamanti purissimi sulla cornice e nel logo della Apple. Il diamante rosa come retro.

Black Diamond iPhone 5 – da 13,17 milioni di dollari

Succede al 4 in formato oro e diamante nero. Ci vogliono 9 settimane per costruirne uno a mano. Il retro è in oro a 24 carati. Il logo Apple e la cornice contengono oltre 600 carati. Un esemplare acquistare da un ricco miliardario cinese. Anche questo ovviamente vi apre le porte di tutte le banche, per accendere un mutuo per la prima casa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*