I luoghi misteriosi da visitare a novembre

In giro per il mondo ci sono luoghi carichi di mistero, che emanano un fascino unico per via della storia che raccontano, dei popoli che li hanno abitati durante un lasso di tempo che spesso si dilata fino al millennio.
Ecco dunque un piccolo promemoria di posti da vedere, contrassegnati da una ricchezza culturale e archeologica, che li fa apparire in quasi tutti gli itinerari turistici della zona, sia in Italia, sia all’estero.

Monte d’Accoddi: la Sardegna è sinonimo di belle spiagge, passeggiate notturne in riva al mare, falò e buona cucina a base di pesce e carne, ma in realtà grazie alla sua posizione ha sempre goduto di un’attenzione particolare da parte dei popoli del Mediterraneo. Al centro di una pianura ondulata, nella strada che conduce da Sassari verso Porto Torres, si erge un tumulo sacro, a forma di ziggurrat. Due ripiani sono sostenuti dai muretti a secco e lo fanno assomigliare tanto ai monumenti del vicino oriente. Risale a circa 1700 anni avanti Cristo. Non sono state ritrovate camere funerarie: l’entrata alla struttura pare fosse assicurata da una rampa. Poco lontano comunque sorge un dolmen e vicino alla rampa sorgono due menhir. Nei pressi è infisso un misterioso masso a forma di uovo, attraversato da una parte all’altra da un taglio ricurvo. A che civiltà apparteneva? Perché è così carico di enigmi?

Micene, in Grecia, val bene una visita. Se non altro per ammirare la poderosa porta dei Leoni, nella quale scattai una foto quando la visitai. La località sorge in una località della Grecia centrale, in cima a una collina, e si dice che sia la città più antica della Grecia. Situata a 10 chilometri da Argo, presente la famosa tomba di Agamennone, con relativo tesoro ritrovato dal famoso archeologo tedesco Schliemann. La porta dei Leoni, risalente al 1260 a. C., conduceva a un cerchio di sepolture reali. Il tesoro di Agamennone in oro presenta numerosi manufatti, tra i quali una celebre maschera d’oro, la cui presenza può giustificare solo il ricordo di un famoso defunto. Era davvero il condottiero che condusse gli Achei alla conquista di Troia? I dubbi rimangono, ma il luogo è affascinante.

Castel del Monte lo vediamo raffigurato nella moneta da 1 centesimo di Euro. È la dimora medievale per eccellenza, fatta costruire dall’imperatore del Sacro romano impero, il re di Sicilia Federico II. Singolare per la sua forma tra tutti i castelli della zona, ha l’aspetto di una fortezza, ma forse fu costruito per destinarlo allo studio del cielo e a incontri segreti per iniziati. Ogni angolo del castello fu stabilito in ogni dettaglio: possiede ben 16 sale trapezoidali, otto per ciascun piano, collegate verticalmente da tre scale, ognuna diversa dall’altra. Dentro il cortile l’ombra che si proietta disegna allineamenti e coincidenze dal complesso significato esoterico.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.