Villa con piscina

Quanto costa una piscina interrata e riscaldata?

La piscina interrata è il sogno di moltissime persone. Avere una piscina in casa, sempre a disposizione, bella da vedere e una comoda alternativa per le vacanze nei mesi estivi… chiunque desidera una piscina per la sua casa, ma quanto costa effettivamente costruirla? Definire il prezzo di costruzione della piscina non è semplice, perché prima bisognerebbe rispondere a qualche altra domanda: che tipo di piscina si vuole, di che forma, materiali e grandezza?

In ogni caso edificare una piscina interrata ha un costo ovviamente abbastanza elevato, in quanto vengono in considerazione diversi fattori come le spese per lo scavo (che dipendono dal tipo di terreno e dalla grandezza della vasca che vi ci si vuole inserire), i costi di smaltimento dei materiali ottenuti con lo scavo, le spese per i lavori di muratura per edificare la struttura della piscina, la pavimentazione, la forma, l’installazione o meno di trampolini e eventuali sistemi di filtrazione e di riscaldamento dell’acqua. Per questi motivi è abbastanza difficile definire un costo unico per la piscina della propria casa. Teniamo poi conto, che per un maggiore confort bisogna prevedere il costo del riscaldamento della piscina. Fotovoltaico, pompe di calore, sistemi misti. Occorre valutare il tutto.

Facciamo un esempio: la piscina interrata standard, profondità 1,5 metri e dimensioni 10 per 5 metri di forma rettangolare in cemento armato costa circa 20mila euro. Si tratta di un prodotto resistente, ma costoso, e ci vuole abbastanza tempo per la costruzione, per l’installazione della vasca. Non solo, il cemento armato è un prodotto per nulla elastico rispetto ad eventuali smottamenti della terra.

Ecco perché negli ultimi anni si è cercato di optare per delle soluzioni diversificate di caso in caso.

Quali tipologie di piscina?

Oggi possiamo notare che il mercato è vario e sviluppato e va incontro alle esigenze di tutti i clienti. Non esiste un modello standard di piscina ma diversi modelli con diversi costi, ovviamente indicativi.

  • Piscine in lamiera d’acciaio. Si tratta forse dell’opzione meno costosa in assoluto; le lamiere costano meno dei pannelli di acciaio e sono comunque abbastanza durature, quindi offrono una certa resistenza. Una piscina in lamiera d’acciaio con muretti di contenimento costa fra i 10mila ed i 15mila euro, con diversi sbalzi che dipendono dalla grandezza e dal sistema di filtraggio dell’acqua.
  • Piscine in pannelli d’acciaio. Estremamente resistenti nel tempo, abbastanza rapide da installare, e con un prezzo tutto sommato ragionevole: ecco i punti di forza delle piscine in pannelli d’acciaio. Dopo lo scavo si colloca una base di cemento e poi si procede all’edificazione della piscina senza complesse opere murarie, per un costo finale indicativo fra i 12mila ed i 15mila euro.
  • Piscine in casseri EPS. Le piscine in blocchi di polistirolo espanso e reti metalliche oggi sono sempre più diffuse. Sono abbastanza leggere e semplici da installare, il costo è abbastanza alto, dai 15mila ai 18mila euro indicativamente.
  • Piscine in vetro resina in monoblocco. Si tratta di piscine connotate da una struttura prefabbricata in vetro resina, che consente di installarle abbastanza velocemente. Il costo è elevato non tanto per i materiali quanto piuttosto per il loro trasporto che richiede l’uso di mezzi speciali. Il terreno deve essere lavorato in modo da essere del tutto stabile. Il costo varia da una base di 16mila euro a 19mila euro al massimo, in linea generale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*