Nostradamus e la politica internazionale

In tanti in questi giorni si stanno affrettando a controllare se Nostradamus abbia o meno previsto la vittoria di Donald Trump nelle elezioni presidenziali americane. Gli scettici ovviamente respingono qualsiasi interpretazione a posteriori delle celebri quartine di Nostradamus. Andiamo però a vedere quali situazioni ha veramente previsto e che secondo gli studiosi del veggente, si sono avverate.

Nel 2070 dovrebbe avvenire una nuova presa di Roma, se ricordate lo Stato Islamico aveva minacciato di prendere il nostro paese, in quanto sede della cristianità. Per il 2010 però aveva previsto una serie di grandi attacchi terroristici, identificando la Corsica come epicentro.

L’anno che i fratelli del giglio in età saranno,
la grande Romania uno d’essi governerà
tremeranno i monti, passaggio latino aperto
e il condottiero contro il forte d’Armenia marcerà.

La Francia, bersaglio di attacchi gravissimi, è al centro delle quartine di Nostradamus, alcune delle quali secondo gli aspetti, predicono due fatti:

  • Il riassetto amministrativo e politico della Francia, profetizzando sconvolgimenti a Parigi, Lione e Montpellier. E questa immagine di distruzione può essere certo letta alla luce dell’attuale cambiamento politico che si sta avendo in Francia e di cui ha scritto anche Houellebecq nel suo ultimo romanzo.
  • Il grande afflusso di stranieri nelle città francesi, prodromi delle problematiche sorte nelle banlieu e nel terrorismo provocato da figli di immigrati appartenenti al Nord Africa e ai paesi arabi, tanto da paventare una guerra civile in Francia bloccata grazie all’intervento del Papa.

La speciale ondata di terrorismo viene predetta anche secondo alcuni nel 2080, tanto nel Nord, quanto nel sud della Francia:

(Senza combattere a lungo, cacciati saranno dal paese verranno più fortemente gravati: più grande disputa avranno borgo e città, Carcas, Narbonne gli animi provati avranno 1, 5)

Per il 2010 inteso come decennio, l’Inghilterra entra nel baratro. Nostradamus si riferisce alla Brexit? In realtà il veggente parla esplicitamente di una divisione della nazione e forse fa più riferimenti al rigurgito nazionalista che da un lato porta gli inglesi a uscire dalla UE, dall’altra gli Scozzesi a chiedere l’indipendenza.

Per quanto riguarda alcuni paesi che gravitano intorno all’Europa e che sono molto importanti, Nostradamus prevede un crollo della Russia da parte degli ex vicini, che da tempo sono entrati in orbita Nato. Una sconfitta alle porta per Putin? E che dire della Turchia di Erdogan. Anche se molto più in là nel tempo, Nostradamus prevede una ripresa del suo tradizionale ruolo di potenza dell’area, già sede dell’antico impero ottomano.

La terza guerra mondiale è fonte di sempre più grandi preoccupazioni, lo ha detto anche il papa Francesco qualche tempo fa, secondo Nostradamus essa doveva avvenire nel 2000, ma forse si è solo sbagliato di qualche decennio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*